6. Archivio

Aperte le iscrizioni a corsi per figure professionali tecniche. Settore Cultura!

Postato il Aggiornato il

Le nuove proposte Ater per i prossimi mesi prevedono un corso IFTS (Istruzione e Formazione Tecnica Superiore) per tecnico superiore per la progettazione e la realizzazione di strumenti multimediali per la comunicazione di contenuti culturali e un corso di Formazione superiore per tecnico del suono. Due figure professionali tecniche da impiegare nel settore Cultura!

Corso Ater IFTS Tecnico del Suono

Il corso “Comunicare la Cultura: corso IFTS per tecnico superiore per la progettazione e la realizzazione di strumenti multimediali per la comunicazione di contenuti culturali” è rivolto a 20 diplomati (possono accedere anche persone ammesse al 5° anno dei percorsi liceali), con priorità ai giovani disoccupati in possesso di diploma tecnico con specializzazione in informatica o di diploma a indirizzo umanistico. Il corso è gratuito e dura 800 ore, di cui 300 di stage, da novembre 2012 a giugno 2013.

Per accedere alla selezione è inoltre necessario possedere i seguenti requisiti: buone conoscenze della lingua inglese, dei principali software e di internet, ed esperienza pregressa o conoscenza del settore culturale. Il possesso di tali requisiti sarà verificato attraverso una prova scritta e coloro che la supereranno accederanno ad un colloquio individuale basato sul curriculum personale e sulle componenti motivazionali.

COSA SONO I CORSI IFTS??

Scadenza per l’iscrizione → 19 ottobre

Il corso di Formazione superiore per “Tecnico del suono e dei supporti visivi per lo spettacolo dal vivo”, è rivolto a 15 persone disoccupate e occupate che hanno conseguito un diploma di Istituto Tecnico Superiore e/o hanno maturato esperienze professionali nella gestione delle luci in attività di spettacolo dal vivo.

La durata del corso è di 300 ore, di cui 60 di stage, da novembre 2012 a marzo 2013. Anche questo corso è gratuito, con selezione attraverso una prova scritta finalizzata alla verifica di conoscenze di base in ambito illuminotecnica (impiantistica) e un colloquio attitudinale/motivazionale

COSA SONO I CORSI DI FORMAZIONE SUPERIORE??

Scadenza per l’iscrizione al corso → 12 novembre

Entrambi i corsi fanno parte dell’offerta della Rete politecnica della Regione Emilia Romagna.

Per maggiori info visitate il sito www.oltrelequinte.it alla sezione “Attività formative”, in cui troverete i link ai bandi e alle schede d’iscrizione ai corsi.

Annunci

Pronti a ripartire? In autunno due corsi finanziabili con i voucher formativi regionali!

Postato il Aggiornato il

Tra un po’ arriverà l’autunno e, assieme ad esso, anche i nuovi corsi Ater! La quota di iscrizione per “Finanziamenti europei e internazionalizzazione della cultura” e “Web e social network per la cultura” potrà essere coperta tutta o in parte con i voucher formativi regionali

L’attività formativa Ater riparte per l’autunno 2012 con due corsi finanziabili attraverso voucher formativi regionali: Finanziamenti europei e internazionalizzazione della cultura” e “Web e social network per la cultura”.

Entrambi i corsi sono rivolti a disoccupati laureati, occupati diplomati e occupati laureati e hanno la durata di 224 ore (28 giornate), di cui 160 di aula e 64 di stage.

Il costo per ciascun corso è di euro 2.200 con possibilità di finanziamento a copertura totale o parziale attraverso voucher formativi da richiedere alla propria Regione di residenza (solo per i residenti in Basilicata, Campania, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Valle d’Aosta, Veneto). Per richiedere il voucher c’è tempo fino al 21 settembre.

Per maggiori info, consultate il sito www.altaformazioneinrete.it alla voce “utenti”.

Scadenza per la richiesta di voucher formativo → 21 settembre

Scadenza per iscrizione al corso “Finanziamenti europei e internazionalizzazione della cultura” → 10 aprile 2013

Scadenza per iscrizione al corso “Web e social network per la cultura” → 15 aprile 2013

Per info sul contenuto dei corsi e i docenti, seguite il nostro blog in cui pubblicheremo interviste, approfondimenti e curiosità.

Per scaricare le schede di presentazione dei corsi e le schede d’iscrizione, visitate il sito www.oltrelequinte.it alla voce “Attività formative”.

Si riparte con la cultura! Ater ripropone il corso su start-up cinema e musica

Postato il Aggiornato il

Come avviare un’impresa culturale? Venite ai nostri corsi per scoprirlo! Dopo la pausa estiva, partiranno i nuovi corsi organizzati da Ater a Bologna. Tra questi ci sarà anche quello dedicato alle start-up per cinema e industria musicale

Passione e professionalità sono gli ingredienti degli esperti del settore chiamati a seguire i partecipanti del corso di specializzazione “L’impresa culturale: start-up per il cinema e l’industria musicale”. Tra i docenti al momento confermati: Roberto CalariAntonio Barresi, Pasquale Vita, Maurizio Frittelli, Pierfrancesco PagodaGiordano Sangiorgi.

La struttura e gli argomenti del corso sono stati pensati sulla base della necessità del territorio. Obiettivo: competitività da raggiungere attraverso il sostegno e sviluppo di idee creative e innovative.

La scadenza per la presentazione delle domande è il 31 ottobre 2012Il corso, di 48 ore complessive, si realizzerà in 6 incontri settimanali il giovedì a partire dall’8 novembre a Bologna, Via Oberdan 24, dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 14 alle 18.

L’Emilia Romagna considera cultura, creatività e innovazione fattori strategici di sviluppo. Inoltre, Bologna appartiene al network “Città Creative”, promosso dall’UNESCO, che sostiene la creatività quale elemento essenziale per lo sviluppo di un territorio e per favorire lo scambio di esperienze e capacità.

Il corso, precedentemente proposto ma rinviato con un secondo bando disponibile sul sito di ATER, si colloca all’interno della grande sfera di azioni intraprese a livello regionale per favorire lo sviluppo di nuovi progetti d’impresa nel settore della cultura.

Per partecipare al corso scaricate il bando e la scheda di partecipazione dal nostro sito.

Pierfrancesco Pacoda: il mercato della musica

Postato il Aggiornato il

Intervistiamo oggi Pierfrancesco Pacoda, esperto in comunicazione nel settore della Musica e Docente del Dams di Bologna e del Master in Comunicazione Musicale dell’Università Cattolica di Milano

Start-up per imprese culturali settore musica

Durante il corso di specializzazione “L’impresa culturale: start-up per il cinema e l’industria musicale”, Pierfrancesco Pacoda tratterà argomenti quali il settore musicale e il contesto competitivo, analisi della domanda e dell’offerta, come cambiano i consumi giovanili, analisi delle tendenze e come i portali più innovativi parlano di musica.

ATER: Quali sono le sue esperienze più significative nel settore musicale e, secondo lei, come sta cambiando in riferimento alle nuove tecnologie?

Pierfrancesco Pacoda: La mia esperienza più significativa è sicuramente legata al periodo, nell’immediato passato, nel quale mi sono occupato della comunicazione di Irma Records, una etichetta di Bologna che, a fine anni ’90, aveva conquistato un importante segmento di mercato internazionale investendo sul suono italiano dei nuovi musicisti elettronici e della cosiddetta “cocktail music”. Cito in particolare le tre serate Irma ospitate dal prestigioso festival jazz di Montreux in Svizzera, i concerti al Blue Note di Londra, i festival a Parigi. Mentre, per venire ad oggi, ho curato la comunicazione internazionale delle ultime due edizione del festival “La Notte della Taranta” a Melpignano, riuscendo a portare le tradizioni del Salento, terra dalla quale provengo, sui grandi media internazionali. Il mercato è cambiato in maniera irreversibile, l’avvento della tecnologia digitale ha portato al suo compimento un lungo processo di “democratizzazione” del fare musica. Leggi il seguito di questo post »

Corso “Finanziamenti europei e internazionalizzazione della cultura”

Postato il Aggiornato il

A volte non basta solo avere una buona idea per far partire un’impresa culturale, ma servono anche investimenti in tempo e denaro. In questo, i fondi della comunità europea aiutano: è possibile infatti partecipare ai bandi per i finanziamenti europei per realizzare progetti non solo in Italia

Il corso di specializzazione “Finanziamenti europei e internazionalizzazione della cultura” durerà 100 ore nelle quali i 16 partecipanti – selezionati tra occupati (anche con contratti atipici) in imprese della cultura e dello spettacolo o titolari di impresa individuale o giovani professionisti a partita IVA – impareranno meglio a conoscere il mondo dei fondi europei e le modalità di accesso

Il corso affronta la dimensione internazionale della produzione e del mercato della cultura, alla luce dell’evoluzione dei diversi sottomercati e delle politiche culturali europee e italiane. Analizza le principali pratiche per la gestione di collaborazioni sul versante dei festival, delle coproduzioni, delle reti culturali, mettendo a fuoco alcune tendenze recenti. Fornisce anche competenze di progettazione, fondamentali per le organizzazioni che intendono partecipare con successo ai bandi europei

Si tratta di competenze importantissime, se si pensa al rilievo che tali finanziamenti hanno acquisito in questi anni e andranno ad acquisire sempre più negli anni all’interno del settore.  Leggi il seguito di questo post »

Corso “L’impresa culturale: start-up per lo spettacolo e le arti visive”

Postato il Aggiornato il

Anche per il secondo corso dedicato alle imprese culturali la parola d’ordine è “start-up”. Avere buone idee non basta, occorre infatti riuscire a concretizzarle e non c’è niente di meglio per farlo che partire “step by step” cominciando dal primo passo, l’avvio, proprio quello sul quale gli argomenti del corso si concentreranno

Il corso di specializzazione “L’impresa culturale: start-up per lo spettacolo e le arti visive” è della durata complessiva di 48 ore e coinvolgerà i partecipanti una volta la settimana ogni mercoledì a Bologna, per sei incontri che partiranno da inizio giugno fino a metà luglio dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.  Leggi il seguito di questo post »

Corso “L’impresa culturale: start-up per il cinema e l’industria musicale”

Postato il Aggiornato il

Ad inizio giugno partiranno i due corsi dedicati alle imprese culturali in cui si tratteranno i temi delle start-up. Il primo è dedicato al mondo del cinema e all’industria musicale

Per 48 ore, ogni giovedì a Bologna, nei sei incontri settimanali che partiranno da inizio giugno fino a metà luglio, i professionisti selezionati seguiranno il corso di specializzazione “L’impresa culturale: start-up per il cinema e l’industria musicale”. Leggi il seguito di questo post »