Intervista a Simone Bachini: fondatore di Apapaja Srl, partner del progetto “Coltivare Immaginari”

Postato il Aggiornato il

Cinque domande a Simone Bachini, produttore dei film di Giorgio Diritti e fondatore di Apapaja Srl, nuova realtà produttiva del settore cinematografico bolognese, che dopo le esperienze di co-produzione dei documentari Fedele alla linea (G. Maccioni), uscito in sala con discreto esito, e Il treno va a Mosca (F. Ferrone, M. Manzolini), in concorso all’ultima edizione del Torino Film Festival, sta cercando di realizzare il primo lungometraggio, che sarà ambientato nella zona della Bassa Reggiana. In partnership con Fondazione Ater Formazione ha ideato il progetto formativo Coltivare Immaginari.

simone-bachini

Qual è la connessione tra il progetto formativo e la produzione del lungometraggio?

Le connessioni che esistono tra il progetto cinematografico e Coltivare Immaginari sono diverse. In primo luogo,  il film che stiamo cercando di realizzare sarà interamente ambientato nella provincia reggiana. Si tratta infatti di un racconto di finzione ispirato a una particolare caratteristica del territorio in questione. In secondo luogo, quello che io e Apapaja vorremmo fare è trovare la strada per un modo diverso di “fare cinema”, secondo una modalità capace di coinvolgere realmente il territorio in cui andremo a lavorare: la sua gente, le sue strutture, le istituzioni. E’ così che un prodotto culturale diviene veramente collettivo e “sentito”.

La collaborazione con Ater Formazione si è quindi strutturata in questa logica più ampia di “rete culturale”.

Secondo quali modalità si struttura, quindi, il progetto di Coltivare Immaginari?

 Il progetto prevede due laboratori strettamente legati alla produzione cinematografica – il laboratorio attoriale e il laboratorio dedicato alla composizione delle musiche – e due corsi più brevi, dedicati in diversa misura e secondo principi diversi alla valorizzazione del territorio, in momenti di lezione e dialogo tra cultura ed economia locale. Valorizzare il territorio significa quindi: partecipare alla realizzazione di un grande progetto, come quello di un lungometraggio per il cinema, ma anche conoscere la propria terra, sia dal punto di vista culturale che delle risorse economiche; apprendere gli strumenti necessari per mescolare queste competenze e utilizzarle per creare eventi, incontri, progetti capaci di esprimere le singolarità della propria terra.

A chi sono rivolti i progetti formativi?

I laboratori e i corsi sono rivolti a tutti, occupati e disoccupati, giovani e meno giovani che intendano intraprendere uno o più progetti creativi di diverso genere. Per esempio il laboratorio  musicale, che per sua natura richiede delle competenze musicali di base, vuole formare un ensemble capace di proseguire in un percorso autonomo di imprenditorialità. Un percorso che può essere approfondito nel Laboratorio per lo sviluppo di servizi per il turismo culturale.

I corsi sono vari: l’elemento che gli accomuna sarà il desiderio dei partecipanti di acquisire delle competenze nuove in ambiti particolari della cultura, secondo una modalità capace di svelare alcuni “segreti del mestiere”.

Quali altre peculiarità caratterizzano i corsi di Coltivare Immaginari?

Quello della Bassa Reggiana è un territorio particolare e unico, con delle specificità davvero interessanti, non solo in termini culturali e storici, ma anche economici e sociali. Alcuni referenti delle aziende locali ci illustreranno le strategie per valorizzare i loro prodotti, strettamente legati al territorio ma di fama mondiale. L’elemento sociale di grande rilievo é la forte interculturalità che caratterizza il territorio: qui convivono in modo armonioso diverse etnie, quella est-europea, la cinese, per arrivare alla seconda più grande comunità indiana (Sikh ma non solo) di tutta Europa, dopo il Regno Unito. È proprio con loro che desideriamo dialogare e costruire il percorso del film, perché è anche di loro che vogliamo raccontare, nella nostra prossima produzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...